La terra non appartiene all'uomo, è l'uomo che appartiene alla terra.

Ciao a tutti, devo confessare che mi sento un po 'strano a scrivere questo primo post nel club Podere Panta Rei, mentre tutti viviamo una situazione quasi surreale.Perdonatemi se non parlerò di vino e vigneti. Mi sento fortunato qui al Podere, posso ancora godere di piccole libertà che a molti vengono negate. Non so se avete tutti i miei stessi sentimenti riguardo a quanto fossero vitali le nostre piccole "libertà". viaggiavamo in aereo per poco e con poco quasi ovunque, mentre ora non possiamo fare una semplice passeggiata, e tutto è successo in poche settimane. Dopo questa esperienza, sono sicuro che avrò una concezione molto chiara della libertà. Saprò quanto è grande la differenza tra "uno spauracchio" e la vera paura. Avrò la certezza di aver vissuto in un evento drammatico, unico e già adesso tutto ciò che ho visuto prima inizia ad apparire lontano. In questi giorni la natura sembra recuperare gli spazi che abbiamo strappato violentemente alle altre creature. Questo coronavirus ci ricorda con cattiveria e forza quanto la natura sia potente e noi vulnerabili. Voglio credre che possiamo presto superare questa tragedia e allo stesso tempo fare un nuovo importante passo di civiltà, più solidale, più gentile verso uomini e ambiente. In questo momento difficile, voglio augurare a tutti una buona Pasqua in modo insolito, e lo facccio copiandovi qui sotto la famosa lettera scritta dal capo indiano Noah Sealth a Franklin Pierce.



"Il presidente di Washington manda la notizia che desidera acquistare la nostra terra. Ma come puoi comprare o vendere il cielo? La terra? L'idea è strana per noi. Se non possedi la freschezza dell'aria e il luccichio dell'acqua, come puoi venderli? Ogni parte di questa terra è sacra per il mio popolo. Ogni ago di pino lucente, ogni insetto ronzante. Tutti sono santi nella memoria e nell'esperienza della mia gente. Conosciamo la linfa che scorre attraverso gli alberi come conosciamo il sangue che scorre nelle nostre vene. Siamo parte della terra ed essa è parte di noi. I fiori profumati, l'orso, il cervo, la grande aquila, questi sono tutti nostri fratelli e sorelle. Le creste rocciose, i succhi nel prato, il calore corporeo di un pony e l'uomo, tutto appartiene alla stessa famiglia. L'acqua rilucente che si muove nei corsi d'acqua e nei fiumi non è solo acqua, ma il sangue dei nostri antenati. Se ti vendiamo la nostra terra, devi ricordare che è sacra. Ogni riflesso nelle limpide acque dei laghi racconta eventi e ricordi della vita della mia gente. Le acque mormorano nella voce del padre di mio padre. I fiumi sono i nostri fratelli. Dissetano la nostra sete. Trasportano le nostre canoe e danno da mangiare ai nostri bambini. Quindi devi dare al fiume la gentilezza che daresti a qualsiasi fratello. Se ti vendiamo la nostra terra, ricorda che l'aria è preziosa per noi, che l'aria condivide il suo spirito con tutta la vita che essa sostiene. Il vento che ha dato a nostro nonno il suo primo respiro riceve anche il suo ultimo sospiro. Il vento dà anche ai nostri figli lo spirito della vita. Quindi, se ti vendiamo la nostra terra, devi tenerla incotaminata e sacra, come un luogo dove l'uomo può andare ad assapporare il vento addolcito dai fiori di prato Insegnerai ai tuoi figli cosa abbiamo insegnato ai nostri figli? Che la terra è nostra Madre? Ciò che accade alla terra accade a tutti i figli della terra. Questo lo sappiamo: la terra non appartiene all'uomo; l'uomo appartiene alla terra. Tutte le cose sono collegate come il sangue che ci unisce tutti. L'uomo non ha tessuto la rete della vita; ne è semplicemente una filo. Qualunque cosa faccia alle trame della vita lo fa a se stesso. Una cosa sappiamo: il nostro Dio è il tuo Dio. La terra è preziosa per lui, danneggiare la terra è disprezzo per il suo Creatore. Il destino è un mistero per noi. Cosa succederà quando tutti i bufali saranno macellati? I cavalli selvaggi domati? Cosa succederà quando gli angoli segreti della foresta saranno impregnati dell'odore dell'uomo e la vista delle colline macchiata dai "fili parlanti"? Dove sarà il piccolo bosco? Andato! Dove sarà l'aquila? Andata! La fine della vita e l'inizio della sopravvivenza. Quando l'ultimo uomo rosso sarà scomparso con la sua natura selvaggia, della sua memoria rimarrà solol'ombra di una nuvola che si muove attraverso la prateria, questi argini e foreste saranno ancora qui? Ci sarà rimasto lo spirito della mia gente? Adoriamo questa terra come un neonato ama il battito del cuore di sua madre. Quindi, se ti vendiamo la nostra terra, adorala come l'abbiamo amata. Prenditene cura come noi ce ne siamo occupati. Mantieni la memoria di come è ora questa terra. e preservala per tutti i bambini e amala, come Dio ama tutti noi. Poiché facciamo parte della terra, anche tu fai parte della terra. Questa terra preziosa per noi è anche preziosa per te. Una cosa sappiamo: esiste un solo Dio. Nessun uomo, che sia un Uomo Rosso o Uomo Bianco, può essere separato. Siamo tutti fratelli.


Noah Sealth

86 visualizzazioni
Get to Know
Podere Panta Rei's wine better

Shop

Extras

About

Blog

Contact

Visit Our Stores

Customer service: +39 348 11 96 254

Help

Follow Us

©2023 by Podere Panta Rei

0